Commenti

Yamaha SLG110S Silent Guitar – Recensione — 29 commenti

  1. Ottima recensione. Avevo valutato anche io la Silent come chitarra da esercizio visto che mi trovo nella tua stessa situazione come disponibilità di tempo.

    Volevo farti alcune domande se possibile.

    1)il suono “fisico” che sviluppa la chitarra e paragonabile a quella di una elettrica?parlo senza amplificatoro per via del silenzio intendo.

    2) di recente ho aquistato la G3X (ottima scelta) è possibile attaccarela Silent? se si che configurazioni bisognerebbe fare?

    grazie per ogni tue eventuale indicazione.

    ciao

    Alberto

    • Ciao Alberto,

      Il suono non amplificato è esattamente come quello di una elettrica, anzi la mia stratocaster suonata “spenta” ha anche più volume.

      La yamaha silent con lo zoom g3x diventa anche più divertente da suonare in cuffia, con gli effetti e la possibilità di usare il looper. Qui sul blog ho messo una raccolta di patches che sono ottime da usare con la yamaha silent, sono la collection 2, non uso simulazioni di ampli ma solo modulazioni delay e reverberi.

      Se hai bisogno di altre informazioni fammi sapere

      Matteo

      • Ciao Matteo
        grazie per le indicazioni provvederò a scaricarmi la collection 2 e vediamo se trovo una Silent usata in occasione. Al momento uso una Epiphone Les Paul standard, che collegata alla G3X e cuffie va benissimo. Di fatto però come la tua Strato, anche la mia da spenta suona che è un piacere, non stiamo certo parlando di una acustica, ma se gli dai dentro si sente.

        Ciao e buona giornata

        Alberto

    • Ciao Alessandro,

      mi sembra di aver letto da qualche parte che ci sia qualcosa di diverso nella parte elettronica, e che il modello precedente avesse un alto rumore di fondo con gli effetti attivati… pero’ sinceramente non saprei, a livello di specifiche mi sembrano identici il 100 e il 110
      Ciao

  2. Pingback:Yamaha THR10 - Recensione - Chitarre, Musica e Tecnologia - Guitar Blog

  3. Ovviamente bellissima recensione, anche se mi stanno venendo dei dubbi sul fatto che mi convenga comprarla. possiedo una chitarra elettrica Music Man John Petrucci con piezo elettrico, ma volevo comprare una chitarra acustica amplificabile per i live in acustico. C’è una differenza con chitarre elettriche con piezo, oppure no?

    Saluti

    • Ciao Roberto,

      la differenza che noto io e’ un suono piu’ naturale della silent. Le chitarre elettriche con trasduttore piezo nel ponte soffrono il fatto di avere corde con scalatura in genere minore e materiali diversi. Questi due elementi snaturano un po’ il suono, anche se secondo me sono cose che in un contesto live un po’ vengono mitigate. La Yamaha silent comunque ha timbro diverso da un’acustica, anche il sustain e’ maggiore e facendoci attenzione e’ avvertibile. Mi sto trovando bene con lo zoom A3 che ridona naturalezza al suono della silent, ma l’ho appena preso e sto sperimentando. Il fatto di usare vere corde da acustica nei materiali e nella scalatura (aggiungerei anche il ponticello in osso invece di un ponte in metallo) comunque la rende qualcosa di molto piu’ simile ad una acustica. Per toglierti il dubbio pero’ dovresti provarla.

      Ciao
      Matteo

  4. ciao!!
    da qualche mese possiedo anch’io una 110s presa usata..ha un gran bel sound e mi trovo molto bene…
    pero a mio parere ha un paio di difettucci… a volume tutto chiuso passa lo stesso qualcosa e se si ha un po di gain sull ampli suona… mai capitato a voi????
    le meccaniche come vi sembreno?? a me danno lnidea di essere un po di bassa qualita rispetto al resto…
    x quanto riguarda l’abbassamento delle corde potresti darmi qualche dritta sul lavoro da fare??!! abbassare un ponte non sarebbe un problema ma non so se faccio danni al pickup sotto…. grazie in anticipo 😉
    cmq gran bella chitarra e recensione bella e completa… ciao!!!!

  5. Ciao,

    anche per merito della tua bella recensione ho recentissimamente comprato una SLG110S, di cui (nel mio piccolo di eterno principiante) sono soddisfatto. Ti scrivo per chiederti se per caso tu ricordi quale fosse originariamente la scalatura delle corde sulla tua silent guitar.

    Grazie mille!

    Matteo

    • Ciao Matteo!! sono felice che la recensione ti sia stata utile per l’acquisto. Purtroppo Non mi ricordo scalatura, anche perché subito dopo l’acquisto ho montato le mie corde preferite.

      • Grazie della risposta!

        Ti spiacerebbe consigliarmi sulla scalatura da usare? Le corde che la SLG110S monta in origine mi sembrano delle .010 o .011; ha senso montare corde corde più grosse su una chitarra che non ha una cassa armonica da mettere in vibrazione? Inoltre, pensi che il timbro dello strumento cambi montando corde di diversi materiali, un po’ come una vera acustica, o che il materiale sia ininfluente?

        Scusa se ti do il tormento, ma non ci sono ancora molte risorse in rete su questa chitarra, né in italiano né in inglese!

        Grazie ancora.

        • Io ho messo delle 0,09, perché quelle che aveva quando l’ho comprata erano molto (troppo) dure.

          Penso che il volume non cambi, perché tanto ha un microfono sotto il ponte (al limite dovrai alzare più il volume del preamplificatore interno).

          Forse il tono cambia un po’, non saprei dirti. Io sinceramente non me ne sono accorto, e non è detto che le corde più sottili abbiano per forza un suono peggiore, è questione di gusti e di materiale con il quale sono fatte.

          • Grazie della risposta, Alessandro!

            Le .009 sarebbero senz’altro troppo sottili pe il mio modo di “suonare”… 😀

          • Il pickup non è magnetico, penso sia un piezo. Quindi sicuramente il materiale influisce sul suono.

            La scalatura forse meno.

            Io sono abituato all’elettrica con le 010, ma nell’acustica ho usato le 009.

        • Ciao,
          Io uso le elixir 012 per acustica. Effettivamente su una chitarra del genere nulla vieta di sperimentare anche scalatore più leggere. Io preferisco avere sotto le dita la sensazione di corde da acustica sia come materiali che come scalatura

          • Ti capisco, Matteo (ma quanti siamo?). Anche a me piacciono le corde grosse, ma più ancora della sensazione tattile ho a cuore una buona resa della gamma media, più che delle frequenze alte e basse. Quando avrò trovato le corde che fanno per me vi comunicherò la mia scelta.

            Ciao!

  6. buongiorno,la recensione del sig. Matteo la condivido appieno,meglio di così non si potrebbe descrivere questo strumento. L’ho acquistato diversi anni fa proprio per poterlo suonare a qualsiasi ora senza recare disturdo a nessuno. Poi è diventato il mio strumento per eccellenza :-)) Vorrei segnalare quello che mi è capitato ieri,ho cambiato la muta e dato che il mio negozio di fiducia,purtroppo ha chiuso i battenti,mi sono recato altrove e l’unico prodotto all’altezza che ho trovato sono state le D’Addario EXP45. Le ho montate (sulla Silent) e con enorme stupore ho riscontrato enormi problemi di sound. In pratica le corde basse suonano molto metalliche e il mi,si,sol, molto cupe. In pratica il sound dolce e dinamico della Silent è stato sconvolto ahaha. Nessuna critica al marchio che tutti conosciamo,ma sconsiglio a chi ha la Silent di adoperare le EXP45. Oggi provero ,sempre dello stesso marchio le pro-artè sperando di ritrovare il vecchio e caro sound. Accetto consigli dato che il marchio delle vecchie corde non lo ricordo più (per motivi di lavoro e tempi ristretti,me le ha montate sempre il mio amico negoziante. Ricordo solo che la confezione era di color celeste)

    • Ciao Pino, sono felice che tu abbia apprezzato la recensione. Le corde come hai notato hanno un contributo notevole sul suono della chitarra, in particolare sulla Silent dove non c’è una cassa di risonanza questo contributo è ancora più marcato. Io con la silent uso le Elixir nano web e la mia scalatura preferita è .012-.56 hanno un suono molto morbido e durano mesi.

  7. Ti ringrazio Matteo,la prossima settimana vedrò di trovare le Elixir a Bari. Ormai nei paesi di provincia non si trovano più nemmeno le corde :))) 0,12/56 in effetti è quella che si adatta meglio,sempre per chi suona in modo delicato. Facendo bossa,spesso devo solo sfiorare le corde 😉 Ciao,a presto!

    • Pino, sbaglio o la tua silent guitar è una classica con corde di nylon? Noi qui parlavamo del modello “folk” con corde di metallo…

      Avrei una domanda per il gentile omonimo padrone di casa e gli altri partecipanti a questa discussione. Avete idea se l’output della silent guitar sia da considerarsi alto o normale? Alcuni amplificatori hanno due ingressi per strumenti con diverso output, e soprattutto alcuni pedali non suonano bene quando ricevono un alto output (nel mio caso, sarei interessato a provare un compressore), ma so che non necessariamente una chitarra con pickup o elettronica attiva produce un alto output (mentre il segnale è sempre a bassa impedenza).

  8. ciao Matteo in effetti la mia è in nylon ma una muta 0,12 è perfetta,considerando pure se la si suona con un pizzico di effetti. Personalmente uso una combinazione trovata su Alesis mv4 pos.175 gate a 0 mix 0’6 mandata effetto dal mixer al 40% (il compressore non lo ritengo molto utile,anche perchè potrebbe andare un pò a saturare l’ottimo sound dello strumento . Magari è cosigliabile utilizzare impianti di qualità. L’OUT è regolabile e identico a tutte le chitarre elettriche (con questa uscita non necessita essere alimentata da batt. o alimentatore,suona come una comune chitarra. Se invece si adopera l’uscita stereo,allora ha bisogno di alimentazione a parte)

  9. Ciao! Grazie mille per la review. Molto molto utile
    Ho comprato la 110s proprio ieri in un negozio che l’aveva a buon prezzo (è in fine stock ora che è uscita la serie 200)
    Ho notato un piccolo problemino e volevo chiedervi se anche voi aveste riscontrato qualcosa di simile.
    Se collegata all’ampli via Line Out tutto suona liscio. In cuffia però a volte si sente un “buzz” come se ci fosse un’interferenza quando suono la quinta e sesta corda anche solo con volume medio. È un problema della cuffia o del pick-up secondo voi? (Chiedo scusa riposto il commento perché quando l’ho inviato la prima volta non avevo abilitato la notifica via email…)

    • Ciao Andrea,

      scusa ma per diverso tempo non sono riuscito a collegarmi al sito per rispondere alle domande!! io non ho rileva questo problema nella mia, difficile fare una diagnosi a distanza, hai provato a collegarla ad un ampli?

  10. Pingback:Yamaha Storia - La Chitarra Acustica per Tutti, non c'e' storia!!! - Chitarre, Musica e Tecnologia - Guitar Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: